Condividi questo contenuto:

Una forza da non sottovalutare

Sulla scia del successo ottenuto con la gamma di chiller centrifughi condensati ad acqua, Daikin ha esteso la gamma DWSC/DWDC con il vintage B, che offre performance impareggiabili e costi operativi molto contenuti.

Il DWSC/DWDC B è tra le ultime novità tecnologiche di casa Daikin e mira ad aiutare consulenti ed utenti finali ad ottemperare alle direttive europee in materia di efficienza ed emissioni, e allo stesso tempo ad affrontare l’aumento del costo dell’energia. Il nuovo range offre un’ampia gamma di capacità frigorifere ed è stato sviluppato per lavorare sia con refrigerante R-134a e il refrigerante a basso GWP R-513A, sia nella variante con compressore monostadio che in quella con compressore doppio stadio.

Flessibilità

È un range che sicuramente si distingue per la flessibilità. Il segmento DWSC con compressore singolo fornisce un’eccellente performance, sia ai carichi parziali che a pieno carico, con la possibilità inoltre di integrare l’Inverter di casa Daikin. Il DWDC con doppio compressore poi, riesce a garantire un risparmio sui costi del 35% se paragonato all’installazione di due chiller diversi, riducendo l’hardware e il costo d’installazione e movimentazione che si avrebbe con due macchine, ed eliminando inoltre le tubature e le pompe che si avrebbero con una seconda macchina.

Ingegneria avanzata  

La logica di controllo flessibile della tecnologia Inverter di Daikin riesce a mappare perfettamente la curva di performance della macchina in ogni condizione, in modo tale da fornire la capacità frigorifera necessaria producendo lo sforzo necessario. Il nuovo range è adatto a rispondere quindi alle esigenze di un ampio numero di applicazioni, da quelle di Comfort Cooling alle applicazioni di District Cooling.

Il design unico di dell’Inverter utilizza il minor numero possibile di componenti in modo tale da permettere un equilibrio perfetto tra costi e performance. Infatti, garantisce: una bassa corrente di spunto, riduzione dei rischi di surriscaldamento e di deterioramento dei cavi elettrici nel tempo, e una più lunga durata della vita media dei componenti, oltre che dell’affidabilità della macchina.

Riduzione dell’impatto ambientale

Il range DWSC/DWDC B offre agli utenti finali la possibilità di scegliere tra refrigerante R-134a, un refrigerante privo di cloro o, in alternativa, un refrigerante a basso GWP R-513A. Sia l’R-134a che l’R-513A possono essere utilizzati per l’intero arco di vita del chiller, eliminando così qualsiasi dubbio sulla futura disponibilità di refrigerante. L’R-513A è una miscela di refrigeranti HFO/HFC (R-1234ze e R-134a). Il suo ODP (Ozone Depletion Potential) equivale a 0, mentre il suo GWP è 631 (secondo il regolamento F-gas). Rispetta inoltre gli Standard ASHARE 34 ed è classificato come ISO-817 Class A1 non infiammabile. L’R-513° è compatibile inoltre con tutti gli standard applicativi.

Il range DWSC/DWDC B è stato inoltre sviluppato ed accuratamente testato per evitare perdite di refrigerante. Visto che i refrigeranti R-134° e R-513° operano ad una pressione leggermente maggiore rispetto alla pressione atmosferica, l’aria esterna contenente umidità non condensabile non può entrare nel chiller, eliminando la necessità di spurgo per eliminare il vapore acqueo rischiando così di immettere refrigerante nell’atmosfera.